Lavoro e pandemia: inizia il lento recupero dei posti perduti, riaprono i centri per l’impiego

Lavoro e pandemia: inizia il lento recupero dei posti perduti, riaprono i centri per l’impiego
08 Giugno 2020

L’effetto coronavirus sul lavoro è stato pesante: nel periodo compreso tra il 23 febbraio e il 31 maggio 2020, tra mancate assunzioni e rapporti di lavoro cessati, l’emergenza Covid-19 ha determinato in Veneto una perdita di circa 61mila posti di lavoro rispetto allo stesso periodo del 2019, corrispondenti al 3% dell’occupazione dipendente complessiva. Nel mese di maggio, in concomitanza con il progressivo allentamento delle misure di lockdown, si sono però registrati i primi segnali di rallentamento della caduta occupazionale e, soprattutto per alcuni settori, di recupero dei posti perduti.

È quanto emerge dai dati del monitoraggio dell’Osservatorio Veneto Lavoro sugli effetti della pandemia sul mercato del lavoro regionale.

La lieve ripresa registrata a maggio, con un saldo occupazionale che è tornato ad essere positivo (+1.437 posizioni lavorative nel mese), sembra pertanto smentire le preoccupazioni circa il proseguimento di una caduta occupazionale sugli stessi ritmi osservati nelle prime fasi dell’emergenza Covid.

Servizi per le aziende